Il ritorno di un’eroina in nero e priva di sentimenti

0
394

Oggi finalmente è stato rilasciato il primo artwork ufficiale di Shadow of the Tomb Raider.

Non stavo più nella pelle 🙂

La key art è davvero fatta molto bene, mi piace tantissimo!

Apprezzo molto questa nuova versione di Lara Croft, anche se sembra riprendere la prima versione del reboot.

Solo che in questo caso la trovo molto più matura, adulta e fredda.

L’idea che mi sono fatto è che potrebbe essere l’inizio della vera Lara Croft: ormai è consapevole del suo destino, è pronta a saccheggiare le tombe!

Ci sono un paio di cose che mi fanno impazzire e che spero di ritrovare nel gioco: l’ambientazione e le armi.

L’ambientazione Sudamericana è davvero suggestiva, immersa nella fitta vegetazione della giungla e circondata dalle piramidi Maya…

Questo vuol dire solo una cosa: enigmi, trappole e tombe!

Mi tornano in mente le straordinarie ambientazioni del Messico del Sud di Tomb Raider:Underworld popolate da animali selvatici.

Quando fisso Lara il mio sguardo si focalizza sul machete: che arma affascinante!

La mia speranza sarebbe quella di trasportare un numero limitato di armi: arco, frecce, pistola, piccozze e machete.

Non credo che servi altro per rendere l’esperienza di gioco reale.

Posso anche pensare che durante l’avventura Lara possa trovare altre tipi di armi purché in maniera logica e in sostituzione di quelle esistenti.

Vogliamo parlare del suo nuovo look? 😮

La prima cosa che ho pensato è: si tratta della Doppelgänger di Lara?

Un pensiero assolutamente positivo, ne sono sicuro!

In ogni caso la trovo sempre dolorante, con un outfit dark e guantini di pelle, quest’ultima aggiunta da un look più trasgressivo 😮

Sono molto curioso di sapere se “l’eclissi” ricopre un ruolo fondamentale oppure è stato inserito solo per un gusto estetico.

L’ombra della Predatrice di Tombe… Mi piace pensare che Lara torni a essere il personaggio duro e privo di sentimenti.

Non vedo l’ora di saperne di più il giorno della presentazione ufficiale del gioco, il 27 aprile.

Un abbraccio,

Umberto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.